Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Psicologia: sbocchi professionali

Chi studia psicologia può scegliere, dopo la fase introduttiva degli studi, se specializzarsi nella ricerca di base piuttosto che in un settore specifico, oppure se orientarsi verso la psicologia applicata.

Campi d’attività

Lo spettro d'attività per i diplomati in psicologia è molto ampio: i settori in cui prestano la loro attività spaziano dal sociale a quello legato alla salute, passando dall'educazione e dall'insegnamento, fino ad attività presso aziende o nell'amministrazione. La maggior parte lavora a diretto contatto con le persone - singoli individui, famiglie o gruppi di persone - e i loro problemi.

Orientamento degli studi e specializzazioni

Al termine degli studi ai laureati in psicologia si presentano parecchie possibilità di lavoro, qui di seguito verranno menzionate solo le più importanti. L'orientamento dato agli studi così come la materia secondaria scelta dirigono gli psicologi verso un campo piuttosto che un altro. Inoltre per accedere a determinate professioni servono di regola qualifiche supplementari. Consulenza psicologica e sanità sono i settori d'attività più comuni.

Psicologia del lavoro e dell'organizzazione

Consulenza organizzativa, selezione del personale e consulenza in risorse umane nell'economia privata, nell'amministrazione pubblica e nelle associazioni.

Orientamento professionale, agli studi e alla carriera

Consulenza per giovani e adulti sulle questioni legate alla scelta degli studi e della professione o alla carriera presso istituzioni pubbliche o private (uffici dell'orientamento scolastico e professionale, uffici di consulenza professionale AI, ecc.).

Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza

Consulenza per autorità, genitori, bambini e giovani presso servizi psicologici scolastici o consultori per problemi legati all'educazione, alle dipendenze, ecc. In istituti: supervisione e formazione del personale, cura e terapia di bambini e adolescenti, direzione.

Psicologia clinica

Diagnosi, cura e prevenzione di disturbi psichici presso cliniche psichiatriche e altre istituzioni mediche, nonché in uffici di consulenza pubblici e privati.

Neuropsicologia

Diagnosi e terapia di disturbi organici in ospedali e cliniche specializzate.

Psicologia giuridica

Polizia (formazione, criminologia: es. profilo psicologico di un criminale), giustizia, esecuzione di misure.

Possibilità professionali comuni a tutte le specializzazioni

Indipendentemente dalla loro specializzazione, psicologi e psicologhe possono operare nei seguenti settori: ricerca presso università o scuole universitarie professionali; ricerca applicata nei settori sanità e socialità, nell'economia privata e nell'amministrazione; esecuzione di studi e perizie su mandato; formazione e insegnamento in scuole di grado secondario (è necessario il diploma supplementare di un Alta scuola pedagogica), scuole universitarie professionali, scuole specializzate superiori e nella formazione per adulti; relazioni pubbliche, marketing e sondaggi d'opinione; gestione e sviluppo del personale, formazione continua, diagnosi, sviluppo organizzativo e consulenza aziendale nell'amministrazione, in associazioni e nell'economia privata.

Qualifiche supplementari dopo gli studi

Di solito la conclusione degli studi in psicologia non basta a raggiungere un obiettivo professionale. In parallelo ad un'attività lavorativa (spesso a tempo parziale e, in parte, indipendente) gli psicologi possono svolgere studi post laurea per specializzarsi - analogamente a quanto avviene per i medici - ad esempio in psicoterapia, psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza, neuropsicologia, orientamento scolastico e professionale o psicologia del traffico. Le qualifiche supplementari così acquisite abilitano a svolgere una determinata professione; in molti casi è pure richiesta una formazione continua specifica.
Sono inoltre possibili specializzazioni in settori particolari quali ad esempio l'aiuto alle vittime, la supervisione e il coaching (accompagnamento in ambito lavorativo), la mediazione (in situazioni conflittuali, es. divorzio) e lo sviluppo organizzativo.

Il proprio studio di psicoterapeuta

Per poter esercitare quale psicoterapeuti, gli psicologi necessitano di un'autorizzazione cantonale, ottenibile solo dopo aver svolto una formazione specialistica riconosciuta in psicoterapia (comprendente teoria, attività terapeutica, ecc.).

Professioni, funzioni

Qui di seguito è presente una serie di collegamenti a schede informative su varie professioni alle quali si può accedere dopo gli studi in questo settore. Alcune di esse sono disponibili in italiano, altre solo in lingua tedesca o francese.



orientamento.ch