Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Ingegneria ambientale: sbocchi professionali

L'ingegnere ambientale e l'ingegnera ambientale si occupano in primo luogo dell'analisi, dell'uso, della conservazione e del risanamento di suolo, acqua e aria come elementi vitali dell'ecosistema.

Campi d’attività

Lavorano presso studi d'ingegneria e aziende industriali, in reparti amministrativi e in imprese attive nell'approvvigionamento di risorse naturali e nello smaltimento dei rifiuti.

Uso e conservazione dell'ecosistema

Nel campo d'attività dell'ingegneria ambientale gli aspetti e i metodi tipici delle scienze naturali s'intrecciano con quelli della tecnica. Centro d'azione degli ingegneri ambientali sono suolo, acqua e aria quali componenti vitali dell'ecosistema: essenzialmente vengono studiati utilizzo, conservazione e risanamento di queste importanti risorse. Qui possono entrare in gioco anche le scienze naturali ambientali e la geomatica.

Compiti riguardanti acqua, suolo e aria

Tra i compiti principali degli ingegneri ambientali troviamo: la gestione di risorse quali acqua, suolo, aria, biomassa, rocce; lo smaltimento dell'acqua/aria di scarico e dei rifiuti solidi; il risanamento di terreni e acque contaminati (inquinati, avvelenati); la protezione contro il rumore e le vibrazioni; la valutazione dei rischi ambientali e sociali.
L'attività professionale degli ingegneri ambientali abbraccia i seguenti ambiti:

  • approvvigionamento idrico abitativo: utilizzo e depurazione delle acque, trattamento delle acque reflue;
  • protezione del suolo: analisi dei rischi, gestione del suolo, esecuzione delle disposizioni a tutela dell'ambiente, misure di risanamento;
  • bilancio idrico: osservazione del ciclo dell'acqua, sfruttamento e protezione delle riserve idriche, rinaturalizzazione delle acque;
  • bilancio materiale e smaltimento: smaltimento, deposito in discarica e riciclaggio dei rifiuti;
  • pianificazione e sviluppo del territorio;
  • pulizia dell’aria e protezione contro i rumori.

Dalla gestione dei rischi alla direzione di un termovalorizzatore

A seconda del settore in cui operano, gli ingegneri ambientali possono svolgere la loro attività nei seguenti campi: consulenza, processi di produzione, impiantistica, gestione e analisi dei rischi, vendita, ricerca e insegnamento, pubblicistica, direzione e management in aziende e associazioni.
Gli ingegneri ambientali possono lavorare nell'economia privata oppure in amministrazioni e imprese pubbliche, oltre che come indipendenti. Nel primo caso sono assunti presso piccoli studi d'ingegneria o grosse imprese, nell'industria, ma anche in banche e assicurazioni (analisi dei rischi ambientali). Nell'amministrazione si occupano invece soprattutto di consulenza, sorveglianza e controllo (applicazione delle leggi sulla protezione dell'ambiente). Sono inoltre attivi in opere e impianti quali ad esempio termovalorizzatori o depuratori, spesso come dirigenti. Infine, ricerca e insegnamento presso università o istituti rappresentano un'ulteriore possibilità d'impiego.



orientamento.ch