Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Scienze teatrali: sbocchi professionali

Gli specialisti e le specialiste in studi teatrali dispongono di notevoli conoscenze teoriche e in campo storico e letterario. Possono lavorare nell'ambito della ricerca e dell'insegnamento, presso archivi o biblioteche, nei media o nel campo della cultura.

Campi d’attività

Non "solo" studio

Lo studio delle scienze teatrali cura esclusivamente gli aspetti teorici legati al teatro; prepara quindi in primo luogo ad un'attività scientifica nei settori della ricerca e dell'insegnamento. Purtroppo i posti di lavoro disponibili presso l'Istituto di Studi Teatrali a Berna, l'unico a livello universitario in Svizzera, sono pochi.
Molti laureati cercano dunque il loro primo impiego fuori dal mondo accademico. Importante è costruirsi già durante gli studi un “portfolio” di esperienze e una rete di contatti. I possibili settori d'attività sono ad esempio il giornalismo e l'editoria, la comunicazione e i media, l'amministrazione pubblica oppure fondazioni e associazioni diverse.

Ricerca e insegnamento

Gli specialisti in studi teatrali che lavorano all'università esaminano i fenomeni storici della letteratura teatrale oppure analizzano le correnti contemporanee della drammaturgia e della realizzazione scenica. Scrivono la relativa tesi di dottorato o conducono progetti di ricerca. Essi tengono inoltre lezioni introduttive, partecipano a seminari, presenziano agli esami e si occupano dell'assistenza agli studenti.

Archivi, biblioteche, musei

L'approccio scientifico che questi specialisti hanno con il mondo della cultura può condurre anche ad un impiego presso archivi, biblioteche e musei. Le opere devono essere curate, rese attuabili e accessibili al pubblico; spesso si devono pure consigliare i visitatori, sostenere progetti di ricerca oppure organizzare visite guidate. Per un posto fisso quale bibliotecario scientifico o mediatore culturale di museo occorre di solito una formazione supplementare.

Giornalismo

Per le rubriche di cultura dei quotidiani, le emissioni radiotelevisive e le riviste culturali servono persone qualificate che sappiano essere creative e capaci di collocare (con competenza) componenti contemporanee nel loro ricco bagaglio di letture ed esperienze visive tanto da produrre “reportage” in grado di suscitare vivo interesse. Un'attività giornalistica dovrebbe iniziare precocemente e a piccoli passi, ad esempio con servizi sulla locale compagnia filodrammatica od orchestra giovanile. Solo con un “portfolio” di articoli e critiche di spettacoli è possibile, al termine degli studi, guadagnarsi da vivere come giornalista indipendente o con un incarico come redattore.

Editoria, comunicazione

Nell'editoria sono richieste una sensibilità letteraria e conoscenze specialistiche. I lettori valutano ed elaborano manoscritti, oppure accompagnano un progetto editoriale dalla concezione fino alla pubblicazione. I direttori sono invece responsabili del progetto globale della loro casa editrice e quindi della pianificazione, del controllo e della commercializzazione delle pubblicazioni.
Gli specialisti in studi teatrali possono pure lavorare nell'ambito della comunicazione, delle relazioni pubbliche e della pubblicità. Per poter accedere con facilità alla professione desiderata, occorre spesso allacciare contatti e svolgere le prime esperienze lavorative (in attività accessorie o di volontariato) già durante gli studi.

Amministrazione pubblica, associazioni e fondazioni

Presso l'Ufficio federale della cultura o il Dipartimento dell'educazione dei vari Cantoni, come pure in associazioni e fondazioni private, si apre per i laureati in scienze teatrali un ulteriore campo d'attività. In questo ambito possono, ad esempio, valutare richieste di sussidi, sostenere progetti teatrali innovativi, mettere in contatto operatori culturali e organizzatori di eventi attraverso convegni oppure ancora preparare festival di teatro o giornate letterarie.

Drammaturgia e direzione

Nel teatro vero e proprio le opportunità di lavoro per questi specialisti sono rare. È soprattutto nella drammaturgia e nella direzione artistica che si possono trovare laureati in scienze teatrali.
I drammaturghi collaborano alla programmazione della stagione teatrale: cercano quindi le pièce appropriate, le leggono e le adattano (sia dal punto di vista letterario sia da quello musicale) in modo che siano pronte per la regia. Partecipano alle prove, producono opuscoli con il programma o documenti per la stampa, preparano conferenze per i media e rappresentazioni per il pubblico, si occupano infine del lavoro con i giovani.
I direttori artistici sono i massimi responsabili del teatro, elaborano il programma e ingaggiano gli artisti necessari (ad esempio cantanti, attori, registi, coreografi, scenografi), nonché il personale tecnico. Essi devono garantire una gestione economica ottimale del teatro e il suo finanziamento a lungo termine; tra i loro compiti principali figura il contatto con autorità, pubblico, sponsor e media.

Lavoro lontano dal teatro

Come ogni studio nel campo delle scienze umane e sociali, anche le scienze teatrali forniscono competenze e abilità di carattere generale, che a volte conducono a svolgere un'attività lontana dal teatro. Il senso sviluppato per la drammaturgia, stile e melodia della lingua, la rapida comprensione e trasmissione di testi, come pure l'intuito su tendenze e linee di sviluppo possono essere messi a frutto in diversi campi d'attività non direttamente legati alla cultura.



orientamento.ch