Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Chimica e biochimica: sbocchi professionali

I laureati in chimica e biochimica lavorano in numerosi settori: ricerca, industria, farmacia, tecnologia alimentare, agricoltura, protezione dell'ambiente e biotecnologia.

Campi d'attività

Il ventaglio degli sbocchi professionali è molto ampio: i laureati e le laureate in chimica o in biochimica trovano impiego sia nel settore pubblico sia in quello privato e ad ogni livello gerarchico.

Insegnamento, ricerca e sviluppo

Al termine degli studi, circa la metà dei chimici e dei biochimici redigono una tesi di dottorato, spesso occupando un posto di assistente in un'università o in un politecnico. In seguito continuano la loro carriera sviluppando un proprio ambito di ricerca: la ricerca è essenziale nei politecnici ed è sempre legata al professorato.
Coloro che desiderano insegnare presso un liceo o una scuola professionale devono effettuare un complemento di formazione pedagogica.
Un impiego nel settore della ricerca e dello sviluppo, che spesso richiede un dottorato, costituisce l'accesso più frequente al mondo del lavoro. La ricerca industriale è strettametne legata alle condizioni economiche ed è fortemente orientata verso l'applicazione. Si cercano in continuazione nuovi materiali, nuove sostanze, nuovi prodotti chimici o farmaceutici più performanti che offrano possibilità di applicazione più ampie. La pluridisciplinarità è essenziale. Tuttavia pochi chimici dedicano la loro intera carriera professionale alla ricerca industriale: molti si volgono verso altri ambiti e, talvolta, accedono anche a funzioni di gestione dell'azienda.

Industria

L'ingegneria chimica traspone a livello di produzione industriale le nuove sostanze sintetizzate in laboratorio: ciò necessita un adattamento dell'esistente processo di produzione. Inoltre bisogna tener conto dei criteri economici, ecologici e di sicurezza. La produzione è il cuore dell'industria. I laureati che lavorano in quest'ambito controllano che la produzione si svolga in maniera ottimale e con un livello qualitativo stabile. In questo settore vengono anche impiegati ingegneri in chimica che hanno svolto una formazione tecnica. Quando si tratta di sviluppare software destinati alla produzione chimica e farmaceutica o al controllo qualità, si fa appello ad informatici con conoscenze in chimica.

Analisi

Nell'industria, l'analisi è parte integrante della ricerca, dello sviluppo e della produzione. In quest'ambito, chimici e biochimici sviluppano e ottimizzano procedure analitiche di diversi prodotti, sostanze e materiali.

Amministrazione pubblica

Nei laboratori cantonali e federali, chimici e biochimici controllano che le leggi sulla protezione dell'ambiente e le direttive sulle derrate alimentari vengano rispettate: procedono ad analisi chimiche e batteriologiche delle derrate alimentari, degli utensili di lavoro o dell'acqua potabile, contribuiscono a completare la legislazione sul commercio di sostanze tossiche, ecc.
Anche diversi uffici e servizi federali ingaggiano i chimici: presso l'Ufficio federale dell'ambiente, questi professionisti analizzano la composizione e la pericolosità di sostanze quali i pesticidi o rifiuti contenenti metalli pesanti. All'Istituto svizzero di prodotti terapeutici analizzano la composizione chimica dei medicinali. Nell'ambito dell'igiene di lavoro determinano i rischi chimici ai quali sono esposti gli impiegati sul posto di lavoro (ad esempio vapori o polveri) e le conseguenze sulla salute. All'occorrenza, propongono misure d'igiene e informano sui potenziali pericoli.

Marketing e vendita

La commercializzazione dei prodotti derivati dalla chimica implica la valutazione della clientela, studi di mercato, l'analisi della concorrenza, il calcolo dei prezzi e delle quantità di produzione, le campagne pubblicitarie, la vendita e la distribuzione. I laureati in chimica o biochimica che lavorano in quest'ambito si trovano al centro della ricerca, del marketing, dello sviluppo e della produzione, e sono attivi nei settori strategici dell'azienda. Essi possono ricoprire i ruoli di capo della produzione, capoprogetto, responsabile dello sviluppo, direttore o direttrice delle vendite, ecc., oppure lavorare nel settore della consultazione.

Altri sbocchi

I laureati in chimica e biochimica possono lavorare come controllori nell'ambito dei brevetti, ricoprire ruoli di documentaristi o di responsabili dell'informazione in una grande azienda chimica, oppure lavorare per una rivista scientifica. La comunicazione è molto importante nell'ambito della chimica, e il grande pubblico chiede di essere informato delle nuove ricerche e scoperte in maniera competente e comprensibile.

Professioni, funzioni

Qui di seguito è presente una serie di collegamenti a schede informative su varie professioni alle quali si può accedere dopo gli studi in questo settore. Alcune di esse sono disponibili in italiano, altre solo in lingua tedesca o francese.



orientamento.ch