?global_aria_skip_link_title?

Ritratto esercito, protezione civile: protezione civile

Un istruttore della protezione civile, responsabile d'intervento, descrive il suo lavoro e i suoi compiti.

Proteggere e aiutare la popolazione

Un uomo si trova davanti a una tenda della protezione civile.
© SDBB I CSFO, photo Thierry Porchet

Cédric Hirschi, responsabile della formazione presso l’Organisation de protection civile des Montagnes neuchâteloises

Un uomo si trova davanti a una tenda della protezione civile.

© SDBB I CSFO, photo Thierry Porchet

Breve biografia

Età/annoAttività/formazione
20 anniAFC di meccanico di autoveicoli e di veicoli pesanti, oggi AFC di meccatronico d’automobili
21 anniAutista di mezzi pesanti in Svizzera e all'estero
26 anniMeccanico d’automobili, Couvet NE
33 anniPortavalori, Colombier NE
34 anniAPF e attivo come soccorritore assistente d’ambulanza, Neuchâtel
40 anniResponsabile della formazione presso l’Organisation de protection civile des Montagnes neuchâteloises. Diploma di istruttore della protezione civile, oggi: attestato professionale federale di istruttore della protezione civile. Formatore APF
44 anniComandante ad interim
46 anniComandante nominato
50 anniNominato al grado di tenente-colonnello

Quali sono i suoi compiti come responsabile della formazione?

Definisco il programma annuale e organizzo tutti i corsi di ripetizione con il personale di milizia. Per l’organizzazione di Neuchâtel, si tratta di circa 110 giorni di formazione all'anno. La scorsa settimana ho organizzato un corso di ripetizione per il personale anziano. Il primo giorno è stato un mix di teoria e pratica. Si è parlato delle basi della cartografia. Il secondo giorno abbiamo fatto un'esercitazione sul campo: abbiamo dovuto gestire un gruppo di persone dopo un incendio in un Centro per richiedenti l’asilo. Dedico anche parte del mio tempo lavorativo alla mia formazione personale.

«Bisogna avere buone capacità relazionali, aver piacere nel trasmettere le proprie competenze ed essere disposti a formarsi di continuo.»

Cosa serve per diventare istruttore?

Bisogna avere buone capacità relazionali, aver piacere nel trasmettere le proprie competenze ed essere disposti a formarsi di continuo. È importante anche sapersi mettere in discussione, ad esempio quando qualcosa non funziona. Infine, è ovvio:  bisogna credere in ciò che si fa e voler aiutare le persone.

Come sta cambiando la vostra professione?

Le nostre attrezzature di lavoro sono in fase di ammodernamento. È importante mantenere aggiornate le nostre conoscenze. Anche i compiti della protezione civile stanno cambiando. I cambiamenti sociali e ambientali ci obbligano ad adattarci a nuove situazioni.

Per saperne di più



orientamento.ch