Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Lavorare in ambito sociale (consulenza, assistenza, educazione)

Il lavoro in ambito sociale prevede attività con persone che necessitano di assistenza, che si trovano in situazioni difficili o che hanno bisogno di una consulenza.

Settori d’attività

In questo ambito sono spesso impiegati specialisti in scienze sociali, ma anche giuristi, teologi e studiosi di scienze umane.

Contatto diretto con le persone

L’attività in questo campo lavorativo implica il contatto diretto con le persone che si trovano in situazioni difficili a livello sociale, psichico o fisico oppure che devono prendere decisioni difficili.  Nelle professioni di quest’ambito è fondamentale essere in grado di fornire assistenza e di seguire le persone, ad esempio fornendo consigli e informazioni o durante una terapia. Da questo catalogo delle mansioni risulta chiaro che la personalità delle persone attive in questo campo e la loro capacità di creare un rapporto con i clienti svolgono un ruolo importante. Tali persone devono essere in grado di sopportare ed elaborare conflitti e situazioni gravose nonché di saper riconsiderare se stesse e le loro azioni.
Il datore di lavoro più importante è la pubblica amministrazione (comuni, Cantoni e Confederazione). Ma anche fondazioni, associazioni e federazioni private assumono specialisti con un titolo accademico.
Il lavoro a tempo parziale è molto diffuso, ad eccezione degli impieghi con funzione dirigenziale. Gli uffici si trovano prevalentemente nelle città e nei grandi agglomerati. Spesso nei team si lavora con diversi specialisti.
Le attività di consulenza possono essere offerte anche in uno studio proprio. Ciò vale anche per la supervisione e il coaching (accompagnamento nel contesto professionale).
Per il lavoro di consulenza e in particolare per i campi di attività terapeutici, dopo il diploma universitario sono generalmente necessari perfezionamenti di diversi anni paralleli all’attività professionale.

Consulenza sociale e assistenza

Bambini e adulti in situazioni e condizioni di vita difficili vengono consigliati e assistiti ambulatorialmente e stazionariamente presso istituti pubblici e privati. Mentre negli istituti gli inquilini trascorrono gran parte della giornata insieme, di regola negli ambulatori si trattano problemi specifici con le singole persone che cercano consiglio e aiuto. L’attività è condizionata dall’età, dalla specificità e dai problemi dei clienti. Può trattarsi, ad esempio, di bambini con una grave disabilità mentale o  con una situazione familiare difficile, richiedenti asilo, tossicodipendenti o detenuti.
In questo campo professionale lavorano soprattutto assistenti sociali ed educatori sociali, ma anche psicologi, pedagoghi, etnologi, teologi e giuristi.

Orientamento professionale

Gli psicologi possono lavorare presso diverse istituzioni, ad esempio negli uffici d’orientamento, offrendo consulenze di orientamento scolastico, professionale e di carriera, presso gli uffici regionali dell’assicurazione per l’invalidità o presso uno studio proprio.
Nei colloqui e in parte con l’aiuto di strumenti psicodiagnostici (test) valutano quale formazione o carriera professionale potrebbe essere seguita. In tale contesto si fanno scelte importanti per il futuro professionale.

Psicologia dell’adolescenza e scolastica, consulenza educativa e matrimoniale

I servizi psicologici scolastici o gli uffici di consulenza educativa, organizzati prevalentemente a livello regionale, si concentrano in primo piano sul sostegnoa bambini e adolescenti nonché sulla consulenza per genitori e insegnanti. Il punto di partenza è spesso rappresentato da difficoltà scolastiche e problemi comportamentali. Tra i vari compiti possono anche rientrare la supervisione di insegnanti ed educatori. Oltre agli impieghi statali, sono molto diffusi anche gli studi privati di psicologia dell’infanzia e dell’adolescenza, che si occupano prevalentemente di trattare svariati problemi di bambini, adolescenti e famiglie.
Gli uffici di consulenza statali o ecclesiastici offrono consulenza matrimoniale, di coppia e di famiglia; vi lavorano psicologi, teologi e assistenti sociali con relativa formazione supplementare.
Negli ultimi anni si è aggiunto il nuovo ambito professionale della mediazione nei casi di divorzio, in cui lavorano soprattutto giuristi, assistenti sociali e psicologi.

Pedagogia speciale, logopedia, terapia psicomotoria

Le formazioni nell’ambito della pedagogia speciale con gli orientamenti educazione speciale precoce (master), pedagogia curativa scolastica (master), logopedia (bachelor) e terapia psicomotoria (bachelor) si svolgono, a seconda del Cantone, presso le alte scuole pedagogiche, le scuole universitarie professionali, le università o altri istituti universitari.
I pedagogisti curativi lavorano nelle scuole elementari nell’ambito dell’insegnamento integrato nonché presso collegi e scuole speciali, laboratori, uffici di consulenza, ecc. I logopedisti e gli psicomotricisti lavorano (spesso a tempo parziale) per scuole dell’infanzia e scuole, istituti di pedagogia curativa, cliniche, centri di riabilitazione, servizi ambulatoriali e simili oppure nel proprio studio. In qualità di liberi professionisti con uno studio proprio possono conteggiare il loro lavoro tramite le assicurazioni integrative. I pedagogisti specializzati in educazione precoce lavorano in un contesto familiare, con bambini (di regola fino a due anni dopo l’inserimento nella scuola) che soffrono di problemi di sviluppo e con bambini il cui sviluppo è in pericolo. I disturbi possono presentarsi nello sviluppo mentale, linguistico, motorio, emotivo, sociale e/o percettivo.

Insegnamento e ricerca

Grazie ad una formazione di tipo scientifico, i laureati in psicologia e altre scienze sociali possono svolgere compiti di ricerca nelle università e nelle scuole universitarie professionali. Anche in diverse istituzioni del sistema sociale e sanitario vi sono possibilità di svolgere indagini e progetti scientifici.Gli specialisti in scienze sociali con esperienza professionale nel sistema sociale possono esercitare un’attività didattica, ad esempio presso una scuola universitaria professionale di lavoro sociale o presso un altro istituto della formazione professionale. È possibile anche svolgere l’abilitazione all’insegnamento al livello secondario I.

Altre possibilità d’impiego

Gli economisti, gli psicologi del lavoro e dell’organizzazione o i sociologi possono trovare impiego presso organizzazioni e amministrazione, nei lavori di pianificazione e pubbliche relazioni nonché nella prevenzione (temi quali la dipendenza o la violenza).



orientamento.ch