Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.
Ricerca

Guardapesca (APF)

Aggiunto a miOriento

Categorie
Settori professionali
Agricoltura, orticultura, selvicoltura, animali, natura - Diritto, sicurezza, polizia - Ambiente
Livelli di formazione
Formazione professionale superiore
Swissdoc
0.140.28.0

Aggiornato il 17.01.2019

Descrizione

Il guardapesca e la guardapesca si occupano di far rispettare le leggi federali e cantonali in materia di pesca e gli accordi internazionali italo-svizzeri sui laghi. La loro attività di controllo (prevenzione e vigilanza) si rivolge a tutte le persone che praticano la pesca: dilettanti e professionisti.

I guardapesca proteggono e favoriscono lo sviluppo dei biotopi e delle relative fauna e flora acquatiche. Raccolgono informazioni scientifiche e statistiche riguardanti gli spazi vitali della fauna ittica e assicurano i contatti con l'utenza, in particolare i pescatori.

Le loro principali attività possono essere così descritte:

conservazione e miglioramento degli spazi vitali naturali

  • interventi nell'ambito della conservazione e del miglioramento degli spazi vitali naturali per la fauna ittica;
  • coinvolgimento diretto e consulenza specialistica in materia di progetti di rinaturazione di fiumi e sponde, lavori di pulizia di corsi d'acqua, spurghi, dragaggi, ecc.;

misure di gestione

  • rilevamento qualitativo e quantitativo delle popolazioni ittiche tramite pesca elettrica, controllo fregolatoi e altri metodi di censimento;
  • cattura pesci riproduttori, sfoltimento di grossi pesci predatori;
  • collaborazione con le piscicolture;
  • contenimento delle specie allogene e invasive;
  • consulenza ai pescatori dilettanti e professionisti;
  • semina di materiale ittico nei laghi, nei corsi d’acqua, nei bacini d’accumulazione e nei laghetti alpini, in collaborazione con le società di pesca;
  • cooperazione nella raccolta di informazioni e dati d'interesse nazionale;

misure di polizia

  • esecuzione delle leggi in materia di pesca, di protezione delle acque e di conservazione degli spazi vitali naturali;
  • controllo delle attività di pesca dilettantistica e professionale;
  • interventi in caso d'inquinamento e morìa di pesci;
  • segnalazione di abusi edilizi o d'altri interventi tecnici illeciti sulle rive dei laghi;

attività didattica e informativa

  • lezioni in scuole e organizzazioni;
  • presenza ad assemblee e riunioni con società di caccia/pesca dilettantistiche e professionali;
  • promozione dell'informazione e consulenza all'utenza (popolazione e specialisti, in particolare a cacciatori, pescatori, agricoltori, allevatori, progettisti, escursionisti, autorità cantonali e comunali ecc.).

Formazione

La formazione si acquisisce parallelamente all'esercizio della professione. I neo-assunti, nei primi anni di attività, sono accompagnati nella formazione pratica da guardapesca con pluriennale esperienza, così come dal biologo della pesca e dai funzionari tecnici dell'Ufficio della caccia e della pesca.
I candidati approfondiscono ulteriormente le loro conoscenze con lo studio e la pratica individuale; dopo 5 anni di attività possono iscriversi all'esame professionale. Materie d'esame: ecologia degli ambienti acquatici (laghi, corsi d'acqua, catene alimentari, conoscenze faunistiche di base); ittiologia e conoscenze sui gamberi (sistematica, conoscenze generali e conoscenze specifiche sui pesci e sui gamberi); gestione ittica (allevamento ed ittiopatologia, trasporto di pesci, ripopolamenti, misure minime di cattura, periodi di protezione); tecnica (attrezzi per la pesca professionale, attrezzi per la pesca dilettantistica, pesca elettrica, interventi tecnici); diritto (legislazione federale sulla pesca, sulla protezione delle acque, sulla protezione della natura, sulla protezione degli animali e sulle epizoozie, sulla protezione dell'ambiente, articoli rilevanti per la professione del Codice delle obbligazioni, del codice civile e del codice penale).

Al termine della formazione, superati gli esami finali, si ottiene l'attestato professionale federale (APF) di
GUARDAPESCA

(Regolamento federale d'esame del 26.10.2009)

Perfezionamento

  • corsi di specializzazione e di formazione continua organizzati saltuariamente dal Cantone e dall' Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ;
  • corsi organizzati dall' Associazione svizzera dei guardapesca (ASGP);
  • possibilità di fare carriera nel ramo e di occupare i posti di: capo circondario o capo servizio guardie a livello cantonale.

Altre offerte di formazione continua su:
http://www.orientamento.ch/perfezionamento

Requisiti

Ammissione al concorso pubblico in Ticino

  • attestato federale di capacità (AFC) o attestato di maturità o titolo equivalente
  • cittadinanza svizzera
  • età compresa tra i 20 e i 35 anni
  • buona conoscenza della fauna acquatica e delle legislazioni in materia di pesca
  • conoscenza scritta e parlata di una seconda lingua ufficiale oltre all'italiano
  • attitudine alla pesca
  • superamento di un test (prova fisica, teorica e psicologica)

Ammissione all'esame professionale federale

  • attestato federale di capacità (AFC) o attestato di formazione equivalente
  • comprovata pratica professionale di almeno 5 anni

Condizioni di lavoro

I guardapesca lavorano spesso ad orari irregolari, di notte e nei giorni festivi. Il loro lavoro dipende dalle stagioni e si svolge essenzialmente lungo i corsi d'acqua e sui laghi. Spesso compiono lunghi spostamenti a piedi o si spostano su terreni impervi per raggiungere i luoghi di lavoro, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche. Sono funzionari cantonali e portano l'uniforme.
Particolarità del Ticino e di alcuni altri cantoni: i guardapesca sono, nel contempo, anche guardacaccia; ad ognuno di loro è quindi richiesta la formazione completa nelle due professioni.

Indirizzi utili

Associazione svizzera dei guardapesca (ASGP)
c/o Dipartimento del territorio (DT-TI) - Divisione dell'ambiente -Ufficio della caccia e della pesca
Via Franco Zorzi 13
6500 Bellinzona
Tel.: 091 814 28 71
URL: http://www.fischereiaufseher.ch
Email:

Dipartimento del territorio
Ufficio della caccia e della pesca
viale Franscini 17
6500 Bellinzona
Tel.: 091 814 28 71
URL: https://www4.ti.ch/dt/da/ucp/ufficio/
Email:

Ufficio federale dell'ambiente (UFAM)
Worblentalstrasse 68
3063 Ittigen
Tel.: 058 462 93 89
URL: http://www.bafu.admin.ch
Email:

Ulteriori informazioni

Attitudini richieste

  • Attitudine a lavorare in modo indipendente
  • Resistenza fisica
  • Senso di osservazione
  • Buona acuità visiva
  • Capacità di adattarsi a orari irregolari e notturni

Interessi

  • Natura
  • Animali
  • Attività fisica
  • Sorveglianza, sicurezza, difesa

orientamento.ch