Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.
#
Ricerca

Collaboratore nella cooperazione allo sviluppo / Collaboratrice nella cooperazione allo sviluppo

Aggiunto a miOriento

Categorie
Settori professionali
Settore sociale, scienze sociali
Livelli di formazione
Altra formazione
Swissdoc
0.731.48.0

Aggiornato il 20.12.2016

Descrizione

Il collaboratore e la collaboratrice nella cooperazione allo sviluppo lavorano in progetti di cooperazione con paesi e popolazioni sfavoriti. La cooperazione allo sviluppo, promossa da organismi privati (ONG - organizzazioni non governative -, chiese, aziende) o da enti pubblici (Confederazione, attraverso la Direzione dello sviluppo e della cooperazione - DSC), ha come obiettivo la lotta contro la povertà, il mantenimento della pace, il miglioramento della giustizia sociale, la promozione dei diritti umani e la salvaguardia dell'ambiente.
 

I collaboratori nella cooperazione allo sviluppo sono gli attori sul campo. I progetti riguardano settori specifici: agricoltura, selvicoltura, edilizia e altri settori tecnici, educazione e formazione, salute pubblica, assistenza sanitaria e sociale, salvaguardia del patrimonio naturale, rafforzamento delle strutture pubbliche, ecc. L'attuale concetto di cooperazione allo sviluppo ha superato l'approccio etnocentrico del passato: oggi prevale il rispetto per le culture locali, il coinvolgimento della popolazione, la trasmissione e non l'imposizione di competenze, il lavoro di squadra per rispondere a un vero bisogno nel paese d'accoglienza.

Le loro principali attività possono essere così descritte:

gestione del progetto

  • analisi dei bisogni e dei problemi;
  • organizzazione, sviluppo, coordinamento e valutazione delle azioni e dei programmi;
  • esecuzione di compiti amministrativi, finanziari, logistici (contabilità, ricerca di fondi, contatti con altre organizzazioni, gestione del personale locale, ecc.);

animazione

  • promozione e coordinamento di incontri con gruppi o comunità (donne, contadini, collaboratori) per coinvolgerli nella realizzazione del progetto;

consulenza e partenariato

  • sostegno alle organizzazioni locali nell'ambito del partenariato e promozione dell'accesso all'informazione e alla formazione (divulgazione agricola, consulenza alle piccole e medie imprese, formazione dei collaboratori locali, ecc.);
  • rafforzamento delle capacità degli autoctoni nell'intento di diventare protagonisti dello sviluppo del paese.

Concretamente, il lavoro dei collaboratori nella cooperazione allo sviluppo si traduce per esempio in:

  • progettazione e realizzazione di infrastrutture (pozzi, dighe, strade, ponti, scuole, sistemi di irrigazione, acquedotti, ecc.);
  • promozione delle attività agricole ed artigianali per rafforzare l'economica locale, per creare lavoro e opportunità di sostentamento;
  • promozione dell'istruzione di base e della formazione professionale per lo sviluppo di competenze;
  • aiuto sociale e sanitario e promozione della salute pubblica;
  • salvaguardia dell'ambiente e delle risorse naturali.

Formazione

In Svizzera non esiste un curricolo di studio specifico.
Le proposte di formazione provengono sia dalle organizzazioni di cooperazione allo sviluppo sia da istituti universitari.
Corsi di preparazione

  • corsi della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DFAE - DSC) mirati a sviluppare competenze tecniche, metodiche, sociali e dirigenziali. Informazioni: http://www.deza.ch.
  • corsi proposti dal Centro d'informazione, di consulenza e di formazione (CINFO). Informazioni: http://www.cinfo.ch.
  • corsi proposti da ONG. In Ticino: http://www.fosit.ch

Corsi universitari

  • bachelor/master: in agraria con specializzazione in agricoltura internazionale (SHL Zollikofen); in comunicazione interculturale e management (IKF Lucerna); in studi internazionali e dello sviluppo (IHEID Ginevra. Informazioni su: http://www.graduateinstitute.ch)
  • certificati, diplomi o master of advanced studies su argomenti come: la cooperazione allo sviluppo (ETH di Zurigo e Losanna, Università di Zurigo e Ginevra, SUPSI di Manno in collaborazione con FOSIT); l' assistenza umanitaria (Università di Ginevra); l'acqua (Università di Berna, Università di Neuchatel), la salute (Swiss Tropical Institute di Basilea); le istituzioni educative, sociali e socio-sanitarie (HETS Ginevra); ecc.

Perfezionamento

  • corsi e seminari proposti da CINFO o da ONG;
  • corsi di lingue;
  • corsi interdisciplinari a livello accademico;
  • corsi post-laurea su vari argomenti.

Altre offerte di formazione continua su:
http://www.orientamento.ch/perfezionamento
http://www.swissuni.ch

Requisiti

In generale

  • cittadinanza svizzera o permesso di soggiorno C
  • età compresa tra i 25 e i 55 anni
  • studi universitari completi o formazione pratica equivalente
  • esperienza professionale di alcuni anni in ambito umanitario o di cooperazione
  • affidabilità, iniziativa, flessibilità e capacità a lavorare efficientemente in modo autonomo; sensibilità particolare per i rapporti umani, disponibilità ad assumere responsabilità di conduzione e interesse ad altre culture
  • buone conoscenze dell'inglese, del francese e del tedesco; la conoscenza di altre lingue costituisce titolo preferenziale

Condizioni di lavoro

I collaboratori nella cooperazione allo sviluppo vengono assunti come professionisti da organizzazioni governative e non-governative (ONG) per un progetto a tempo determinato (in genere, 2-3 anni) in un paese del Sud o dell'Est.
Sono salariati secondo gli standard svizzeri. Talune ONG, laiche o religiose, operano ancora grazie all'apporto del volontariato o con contratti particolari, ma coinvolgendo persone con competenze specifiche; in questi casi, le condizioni di lavoro assicurano le coperture base (AVS, AI, assicurazione malattie) e un'indennità adeguata al paese di destinazione.
I collaboratori nella cooperazione allo sviluppo sono a contatto con altri operatori della cooperazione internazionale, con i quadri e la popolazione locale.
Lavorano prevalentemente in équipe, confrontati con lingue e culture molto diverse; condividono la vita quotidiana delle popolazioni locali; convivono con la realtà locale.

Indirizzi utili

CINFO Centro d'informazione, di consulenza e di formazione
Professioni della cooperazione internazionale
Rue Centrale 115
Casella postale
2500 Biel/Bienne 7
Tel.: 032 365 80 02
URL: http://www.cinfo.ch
Email:

Dipartimento federale degli affari esteri
Direzione dello sviluppo e della cooperazione - Divisione del personale
Freiburgstrasse 130
3000 Berna
Tel.: 031 322 35 75
URL: http://www.deza.admin.ch
Email:

Federazione delle ONG della Svizzera italiana (FOSIT)
Via Marco da Carona 1
6900 Lugano
Tel.: 091 924 92 70
URL: http://www.fosit.ch
Email:

Scuola universitaria professionale della svizzera italiana (SUPSI)
Servizio formazione continua
Le Gerre
Via Pobiette 11
6928 Manno
Tel.: 058 666 60 35
URL: http://www.supsi.ch/fc
Email:

Ulteriori informazioni

Attitudini richieste

  • Attitudine a lavorare in gruppo
  • Autonomia e spigliatezza
  • Capacità di analisi
  • Calma e sangue freddo
  • Disponibilità a soggiornare all'estero

Interessi

  • Sociale, educazione e insegnamento
  • Trasporti, viaggi, spostamenti
  • Lingue