Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.

Scienze delle religioni: sbocchi professionali

Non è ancora possibile definire chiaramente gli sbocchi professionali a cui dà accesso un Master in scienze delle religioni: i dati statistici, infatti, sono troppo pochi per permettere delle affermazioni attendibili sulla gamma di attività professionali possibili e sul mercato del lavoro.

Campi d’attività

Al termine degli studi universitari alcuni diplomati intraprendono una carriera accademica, altri scrivono per i media, mentre per altri ancora si profilano delle opportunità nel settore della migrazione e delle organizzazioni internazionali. Bisogna dar prova di spirito di iniziativa per poter trovare un impiego. In molti casi, ciò che aiuta non sono tanto le conoscenze specifiche agli studi in scienze delle religioni quanto le conoscenze generali in scienze umane.

Ricerca e didattica

La carriera universitaria è la principale prospettiva professionale per i diplomati e le diplomate in scienze delle religioni. Si tratta tuttavia di un’opportunità di cui beneficia solo una piccola minoranza, poiché il crescente interesse per la materia e l’ampliamento delle offerte di studio sta comportando un incremento del numero diplomati e la questione degli sbocchi professionali si è perciò fatta più pressante.

Ruolo della multiculturalità

La situazione religiosa in Svizzera, così come in Europa Occidentale, è cambiata in maniera radicale e ciò permette alle scienze delle religioni di ricoprire un ruolo sempre più importante. Il moltiplicarsi delle religioni nella nostra società ha portato ad un miscuglio di fedi tra i popoli e ad un numero crescente di persone senza confessione. Attraverso i flussi migratori la proporzione di religioni non cristiane, in particolar modo la religione islamica e quella induista, è cresciuta di molto. Inoltre, i legami internazionali sono così numerosi e frequenti che l’incontro con culture straniere e con altre tradizioni religiose è ormai prassi quotidiana. Le persone che posseggono delle conoscenze specialistiche relative a pensiero religioso o consuetudini culturali possono sfruttarle nei settori in cui delle culture diverse entrano in contatto, come ad esempio:

  • nelle organizzazioni non governative (ONG), nelle associazioni umanitarie come la Croce Rossa o nelle Nazioni Unite (ONU);
  • nel campo sociale, ad esempio con i rifugiati o con persone appartenenti a culture straniere;
  • nei centri di consulenza per le questioni religiose, per i conflitti a sfondo culturale o per l’integrazione degli immigrati;
  • nel settore turistico in qualità di guida turistica, consulente di viaggi o animatore culturale;
  • nei mezzi di comunicazione che si occupano di tematiche religiose o multiculturali;
  • nella formazione continua o nella formazione di adulti attivi in settori culturali (diplomatici, insegnanti, personale curante, dipendenti di società commerciali internazionali, ecc.)

L’incontro ed il confronto con nuove visioni del mondo, con altre convinzioni e progetti di vita portano lo o la specialista in scienze delle religioni ad avere una posizione di apertura e di imparzialità nei confronti del mondo, fondamentale negli ambiti relativi all'interculturalità.

Prospettive ampie

Le professioni d’interesse per i diplomati in scienze delle religioni non sono necessariamente legate alla materia studiata: è possibile, per esempio, trovare un impiego nel campo dei media o della cultura, nel settore editoriale, nelle biblioteche o nel settore amministrativo. Per queste professioni i diplomati in scienze delle religioni si trovano in concorrenza con i diplomati in altre scienze sociali o umane, come filosofia, sociologia, etnologia, ecc. All’università essi hanno imparato a lavorare in maniera scientifica; sono perciò capaci di capire, strutturare, analizzare e interpretare in maniera autonoma un argomento complesso, prendendo una posizione critica nei confronti delle tematiche trattate. Chi ha seguito degli studi in scienze delle religioni dovrebbe (idealmente) aver sviluppato uno spirito di gruppo nonché solide competenze comunicative, e dovrebbe inoltre aver imparato a difendere consapevolmente le proprie posizioni. Tutte queste qualità sono fondamentali per la vita professionale.



orientamento.ch