Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.
Ricerca

Agente di custodia (APF)

Aggiunto a miOriento

Categorie
Settori professionali
Diritto, sicurezza, polizia
Livelli di formazione
Formazione professionale superiore
Swissdoc
0.622.8.0

Aggiornato il 31.08.2020

Descrizione

Gli agenti di custodia prestano la loro attività in stabilimenti svizzeri di privazione di libertà. Assistono le persone detenute durante la detenzione preventiva, la detenzione per motivi di sicurezza, l’esecuzione anticipata delle sanzioni, l’esecuzione di pene e misure e la detenzione ai sensi del diritto sugli stranieri (carcerazione preliminare, carcerazione in vista di rinvio coatto o di espulsione e carcerazione cautelativa).

Gli agenti di custodia svolgono, da un lato, mansioni di sorveglianza, mantenimento dell’ordine, gestione e sicurezza, e dall’altro, mansioni di accompagnamento e inquadramento.

Le loro principali attività possono essere così descritte:

  • occuparsi dell’ammissione delle persone detenute e iniziarle alla vita quotidiana nell’unità di vita e nei locali di detenzione;
  • sostenere e assistere nel quotidiano le persone detenute tenendo conto dei regolamenti in vigore e degli obiettivi individuali (stabiliti, per es., nel piano di esecuzione della sanzione);
  • annotare obiettivamente le osservazioni relative alle persone detenute durante la detenzione e trarne le debite conclusioni;
  • mostrare alle persone detenute le unità d’occupazione o di lavoro, iniziarle all’esercizio della loro attività, stabilire con loro gli obiettivi da raggiungere, seguire e valutare gli sforzi effettuati per raggiungerli;
  • effettuare controlli di persona e di presenza, volti a trovare stupefacenti e/o altri prodotti vietati, effettuare controlli di sicurezza e controlli di oggetti, luoghi e locali nel pieno rispetto delle regole in vigore;
  • identificare e annotare le violazioni dei regolamenti e i comportamenti scorretti delle persone detenute e, conformemente alle direttive, informarne i servizi competenti a fini di verifica e di attuazione delle procedure disciplinari;
  • applicare le misure disciplinari decise dalla gerarchia e assistere se del caso le persone detenute che si trovano in cella di rigore;
  • dare l’allarme e intervenire correttamente in caso di crisi o di situazione d’emergenza, e proteggere sé stessi;
  • sorvegliare le persone detenute sia durante gli spostamenti interni o esterni, sia durante le uscite accompagnate;
  • reperire i sintomi somatici o i comportamenti anormali dovuti a turbe psichiche e rivolgersi, se del caso, al servizio specializzato interessato (per es. il servizio sanitario);
  • gestire in maniera idonea i gruppi particolari di persone detenute che hanno necessità specifiche (persone straniere, persone che soffrono di handicap mentale o fisico, persone anziane, donne, donne con bambini, giovani adulti, ecc.);
  • condividere con i gruppi interdisciplinari le loro osservazioni inerenti alle persone detenute e discuterne in modo professionale;
  • riflettere regolarmente sulle proprie missioni, sulla gestione professionale della loro relazione con le persone detenute ed anche sulla loro salute fisica e mentale, adottare se necessario delle misure volte a migliorare.

Gli agenti di custodia svolgono la loro attività in un ambito d’istituzione totale. Assistono e inquadrano persone detenute con percorsi molto diversi, che provengono da culture diverse e che devono coabitare durante la loro detenzione in una comunità forzata. Stabiliscono con le persone detenute una relazione professionale, in particolare non discriminatoria, e le aiutano a gestire la quotidianità in detenzione. Promuovono il comportamento sociale e lo sviluppo della personalità delle persone detenute. Ciò presuppone una notevole capacità di riflessione, un elevato grado di maturità, nonché la capacità di valutare correttamente situazioni complesse ed esigenti. Gli agenti di custodia prestano la loro attività a turni e in modo interdisciplinare.

Formazione

La formazione avviene parallelamente all'esercizio della professione, in Ticino e successivamente a Friburgo.
Formazione iniziale: durata: 8 mesi. Scuola agenti di custodia presso le Strutture carcerarie cantonali, a Lugano-Cadro. Formazione per aspiranti agenti di custodia: 5 mesi di formazione teorico/pratica alla fine della quale chi supera gli esami intermedi accede ad uno stage pratico di ulteriori 3 mesi. Il programma comprende tematiche giuridiche, professionali e relative alle relazioni umane. Al termine della formazione si ottiene il certificato di abilitazione allo svolgimento della professione nel cantone Ticino. L'entrata in funzione è soggetta alla dichiarazione di fedeltà alle leggi federali e cantonali. Successivamente, vige l'obbligo di conseguire l'attestato professionale federale.

Formazione per l’ottenimento dell’attestato professionale federale (formazione di base federale): durata: 15 settimane (9 + 6) sull'arco di 2 anni presso il Centro svizzero di competenze in materia d’esecuzione di sanzioni penali a Friburgo (CSCSP).

Al termine della formazione, superati gli esami federali finali, si ottiene l'attestato professionale federale (APF) di

AGENTE DI CUSTODIA

(Regolamento federale d'esame del 4 ottobre 2018)

Perfezionamento

  • formazione continua, seminari e colloqui dedicati al diritto, alla psicologia e ad altri temi di attualità concernenti la professione;
  • corsi specifici riservati ai quadri dell'amministrazione penitenziaria;
  • possibilità di diventare sostituto capogruppo, capogruppo, caposorvegliante, capoagenti, nonché di passare ad altre funzioni all'interno del penitenziario: responsabile di laboratorio, ecc.

Altre offerte di formazione continua su:
http://www.orientamento.ch/perfezionamento

Requisiti

Ammissione alla scuola agenti di custodia

  • nazionalità svizzera
  • età min. 24 anni, max. 45 anni
  • attestato federale di capacità (AFC) conseguito al termine di un tirocinio di almeno 3 anni
  • condotta irreprensibile
  • prove di ammissione selettive: test fisico; cultura generale, matematica/logica, italiano; conoscenze informatiche; test psicologici, colloquio individuale

Ammissione ai corsi del CSCSP

  • titolari di un attestato federale di capacità (AFC), di un attestato di maturità, di una maturità specializzata, di un certificato di cultura generale, o di una qualifica equivalente con almeno sei mesi di pratica professionale all’inizio della formazione

Ammissione all'esame professionale federale

  • attestato federale di capacita (AFC), attestato di maturità, attestato di maturità specializzata, certificato di scuola specializzata o di una qualifica equivalente; e
  • almeno due anni e mezzo di pratica professionale nel campo della privazione di liberta; e
  • aver seguito con profitto, nel corso dei cinque anni precedenti, una formazione riconosciuta dalla commissione d'esame (ivi compresa una formazione pratica in uno stabilimento di privazione di libertà per almeno due anni) o aver acquisito in altre modo le competenze operative professionali

 

Condizioni di lavoro

Gli agenti di custodia impiegati in strutture carcerarie lavorano in équipe, non sono armati e portano una divisa.

L’attività si svolge seguendo una sequenza regolare di turni della durata di 8 ore compresi i fine settimana, festivi e notturni.

Indirizzi utili

Centro svizzero di competenze in materia di sanzioni penali
CSCSP
av. de Beauregard 11
1700 Friburgo
Tel.: 026 425 44 00
URL: http://www.cscsp.ch

Scuola agenti di custodia
Strutture carcerarie cantonali
6965 Cadro
Tel.: 091 815 00 11
URL: http://www.ti.ch/carcere

Ulteriori informazioni

Attitudini richieste

  • Autorevolezza
  • Attitudine a lavorare in gruppo
  • Tolleranza e rispetto dell'altro
  • Capacità di adattarsi a orari irregolari e notturni
  • Buona reattività in situazioni d'urgenza
  • Resistenza psichica

Interessi

  • Sorveglianza, sicurezza, difesa

orientamento.ch